domenica 19 dicembre 2010

Il profumo di un libro


Finalmente esiste un modo per rendere tutto più facile, più semplice, più comodo. Il grande problema che ci attanaglia tutti sul peso e lo spazio nelle valigie è stato risolto da un semplice oggetto. Nella mia letterina a Babbo Natale ci sarà solo una parola, una di quelle che ben presto sarà inserita in tutti i dizionari: e-book. Quante volte abbiamo tribolato per far stare qualche romanzo in più nella nostra valigia prima di un viaggio, e scegliere una raccolta di racconti di Hemingway o l’ultimo di Philip Roth al posto di un maglione, patendo poi il freddo? Con questo nuovo gadget, non solo non soffriremo più il freddo nelle brevi ma intense vacanze invernali, bensì potremo comunque leggere tutti i romanzi che vogliamo. Decine, centinaia di libri in pochi centimetri di spessore! Sembra un sogno. Anche i problemi in casa verranno risolti, mensole, luci, niente più problemi. Mi ci vedo già sull’aereo con il mio nuovo e-book sulle gambe, con la valigia piena di maglioni che eviteranno di farmi ammalare, e abbastanza spazio da riempire con regali. E poi tutte le altre qualità di questo magnifico oggetto. Niente più tagli causati da fogli di carta appuntiti (oltre 6 milioni di persone ogni anno perdono sangue per colpa dei libri), o problemi di segnalibri, piegature di pagine, sbavature di inchiostro che rendono impossibile la lettura. Riesco ad immaginarmi un mondo dove l’orribile libro cartaceo, scomodo, pesante, fastidioso, verrà semplicemente sostituito da quello elettronico. Assenza di librerie e biblioteche, di quell’odore terribile che ci scuote quando entriamo in una libreria, l’odore di stampa di quelli appena nati mescolata con il sentore di quelli invecchiati su qualche mensola. Di un libro conta solo il contenuto dicono, non bisogna curarsi della parte materiale, la sensazione di ruvida carta grigia quando si sfogliano le pagine, il chiudere un libro per l’ultima volta, guardarlo, rigirarselo tra le mani, annusarlo, ah, l’odore di un libro. Beh, forse queste vacanze mi porterò un maglione in meno e mi prenderò il raffreddore.

Nessun commento:

Posta un commento